home contatti laboratori mostre pubblicazioni ricerca link
 
Un nuovo angolo visuale

A cura di Antonella De Nisco

L’anima s’immagina quel che non vede, che quell’albero, quella siepe, quella torre gli nasconde, e va errando in uno spazio immaginario. E’ piacevole la vista impedita da un ostacolo, una finestra, perché allora in luogo della vista, lavora l’immaginazione e il fantastico sottentra al reale
G.Leopardi, Zibaldone, 1820

Un nuovo angolo visuale è un’ installazione vegetale di potature, un intreccio di materiali semplici ed effimeri capaci di modificare il nostro modo di vedere le cose, di percepire lo spazio che ci circonda. Un nuovo angolo dal quale guardare fuori dalle nostre case e da noi stesse/i. In un laboratorio con l’artista, attraverso l’azione performativa del tessere, costruiamo con altre persone un segno su cui soffermarci a riguardare e ripensare il territorio.




Angolo come punto d’incontro di due parti o facce di una superficie interna o di una superficie esterna “Zona o luogo riparato dai colpi, quindi morto-dove si rimane vivi” (A. Panzini). Nel senso di luogo , posto molto vicino, in cui tuttavia possono celarsi le cose più lontane e meno immaginabili. Angolo visuale come spazio che si può abbracciare con la vista, modo di vedere e di giudicare.
Si tratta di costruire un’installazione territoriale poco invasiva realizzata in sospensione tra pali/supporto in due luoghi del paese di Felino. Un albero per un nuovo angolo visuale realizzato il 22/04/07 da gruppi di cittadini nel Parco Natura e Vita e Un nuovo angolo visuale costruito il 03/06/07 dai bambini/e di seconda elementare e dai genitori e maestre presso il cortile della scuola elementare. I due interventi sono parte integrante dell’iniziativa “Abitare I luoghi” (Comune di Felino/Associazione Natura e vita/Istituto Comprensivo) e nel paese diventano segni-simbolo che non interrompono il transito delle persone ma creano piccoli “luoghi di sosta” decorativi e facilmente rimovibili.
L’Angolo come stazione, planetario, torre solare, cupola, telescopio, rifrattore, riflettore, cannocchiale, per osservare il sorgere, levarsi, alzarsi, spuntare, apparire, nascere, tramontare, tuffarsi, scendere, calare, scomparire fino all’orizzonte, per angolare il tiro e spiazzare il portiere. Angolo: acuto, retto, ottuso, piatto, giro; concavo, convesso; diedro, solido; interno o esterno; angoli consecutivi, alterni; opposti, complementari, supplementari; angoli corrispondenti, angolo al centro; radiante; vertice, lato, bisettrice, ampiezza (gradi, primi, secondi); sterangolo, steradiante; seno, coseno, tangente, cotangente di un angolo.
Angolo come luogo, posto, sito; posizione, punto, paraggi; parte, fascia, plaga, banda; zona, area, superficie, spazio, spianata; località, paese, territorio, regione; paesaggio, scenario, panorama, vista. Angolo aperto, ameno, ridente, arioso, aprico, sereno, idilliaco, paradisiaco; appartato, remoto, solitario, impervio, aspro, brullo, selvaggio, inabitabile, insalubre, angusto, stretto; delimitato, circoscritto, limitato; aperto al pubblico, pubblico; santo, sacro; deputato per abitare i luoghi.









































 
Shop
Antonella De Nisco . home . biografia completa . contatti

webmaster: MUnUds www.barramunuds.net ~ multimedia 'n web pubblication