home contatti laboratori mostre pubblicazioni ricerca link

Il lavoro dopo il lavoro

progetto/laboratorio con il personale ausiliario dei nidi e scuole dell'infanzia, Guastalla maggio 2OO2

Riflessione creativa sul lavoro che passa attraverso gli oggetti del lavoro stesso. Gli oggetti del lavoro di un’ ausiliaria come potenziale materiale creativo: scope, spazzoloni, secchi, sacchetti, ma anche detersivi, saponette, spugne,…sono oggetti d’uso ma anche specchio della società dei consumi in cui viviamo. Gli oggetti del proprio lavoro diventano così un documento, un immenso giacimento di informazioni, e una testimonianza che si gonfia di metafore ed allusioni. Del resto l’arte e la cultura del XX sec. è gremita di recuperi, riusi, contaminazioni, frammenti, scarti. In tutti i grandi movimenti dell'arte contemporanea, infatti, il riuso del materiale può essere letto come metafora della vita. Tale esercitazione diventa un’ occasione per inventare un decoro, trattenere qualche frammento di vita, ricucire, mescolare colori, fili, plastica, piccoli sentimenti, qualche riflessione, due o tre emozioni.

Shop
Antonella De Nisco . home . biografia completa . contatti

webmaster: MUnUds www.barramunuds.net ~ multimedia 'n web pubblication